Vecchia…………

Prendo atto che quelle che fino ad ora ho chiamato “Speranze” sono  “Illusioni”…

Sto diventando vecchia!!!

Leggendo il libro di Carofiglio “Ragionevoli dubbi” ho trovato questa frase che sembra un po’ la sintesi del mio stato d’animo in questo post.

Provavo un misto di tenerezza, di vergogna e nostalgia. Pensai che sarebbe stato bello se quel grumo profondo e limaccioso di dolore per Margherita fosse scomparso, come per magia; e che sarebbe stato bello innamorarmi spensieratamente di Natsu. Pensai che sarebbe stato bello fantasticare sul futuro, su giorni e notti passati insieme. Su tante cose. probabilmente non per lei, ma per l’idea stessa dell’amore e del gioco della vita che non si rassegna.

Annunci

7 commenti su “Vecchia…………

  1. Non so quanti anni tu abbia, ma stavo pensando seriamente di scrivere un post del genere.

    Ci stavo pensando, perché fino a tre anni fa sembrava che il tempo per me non passasse mai ma poi.. un dispiacere, mesi passati a piangere, e i solchi scavati dalle lacrime non se ne vanno più via.

    Segni sul viso, labbro all’ingiù, e all’improvviso realizzi che stai invecchiando, e ti ci mancava, proprio la ciliegina sulla torta di una vita in cui forse stai ancora aspettando il tuo futuro, e te lo vedi ad un tratto accorciare davanti, chiudere la saracinesca, spogliare le vetrine.

    Io non ho ancora il primo capello bianco, ma non è quello che importa, mie colleghe di quarant’anni sono incanutite a trenta, ma si vede lontano un miglio che sono ancora in fiore.

    Cinquant’anni, e sai che fra un attimo, forse due, sarà menopausa, e sarà finita la stagione dei fiori e forse pure quella dei frutti, e ogni volta che ti vengono in mente i bilanci della tua vita cerchi di distogliere il pensiero.

    Stranamente però indagini psicologiche e statistiche indicano i cinquant’anni come l’eta in cui si ricomincia ad essere felici, fin verso i settantacinque, e credo sia vero.

    Da un po’ di tempo, sono decisamente più serena.

  2. Ho 43 anni… a volte mi sembrano pochi, altre volte mi paiono tantissimi… Ma il mio sentirmi vecchia non è tanto legato ad una questione estetica, quanto alla presa di coscienza che quella parte di me rimasta un po’ infantile, così piena di entusiasmi, sogni e speranze si è arresa alla dura realtà….
    Forse ho fatto questa scoperta facendo un percorso simile al tuo…. attraverso” i solchi che non se ne vanno più via”…
    Mi spaventa tutto questo…. ma tu hai un po’ rassicurata…
    grazie…

  3. Pingback: Invecchiare? Di già??? « Diemme

  4. quanto ti capisco..
    è una sensazione dolorosa quella di arrendersi, con il proprio bagaglio di sogni, di illussioni, alla realtà della vita, di accettarla per come è!
    non significa non voler crescere o non saper reagire a delle aspettative venute meno, il dolore è quando senti che non c’è spazio per i sogni perchè cumuli di polvere cancellano giorno per giorno quella passione che un tempo sentivi arderti dentro..
    almeno per me è così!!

  5. non sei per nulla vecchia. e la realtà, la dura realtà come la chiami tu è semplicemente la vita, le cose che ci accadono , quelle che vogliamo e quelle che vorremmo rifiutare. e visto che sei (statisticamente) a circa metà della tua vita hai davanti tantissime cose da fare, da scoprire, di cui gioire e di cui soffrire. e tutto questo è naturalmente bello. come sei tu.

  6. Non bisogna mai vivere di speranza. Ma un po’ di illusioni o anche illusionismo potrebbe essere d’aiuto. Mai smettere di sognare, è il sogno che ci fa vivere la realtà… : )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...