Auguri a Noi!!!

Forever Young Bob Dylan

May God bless and keep you always,

May your wishes all come true,

May you always do for others

And let others do for you.

May you build a ladder to the stars

And climb on every rung,

May you stay forever young,

 

Forever young, forever young,

May you stay forever young.

May you grow up to be righteous,

May you grow up to be true,

May you always know the truth

And see the lights surrounding you.

May you always be courageous,

Stand upright and be strong,

May you stay forever young,

Forever young, forever young,

May you stay forever young.

May your hands always be busy,

May your feet always be swift,

May you have a strong foundation

When the winds of changes shift.

May your heart always be joyful,

May your song always be sung,

May you stay forever young,

Forever young, forever young,

May you stay forever young.

Per sempre giovane

Possa Dio benedirti e proteggerti sempre

Possano tutti i tuoi desideri diventare realtà

Possa tu sempre fare qualcosa per gli altri

E lasciare che gli altri facciano qualcosa per te

Possa tu costruire una scala verso le stelle 

E salirne ogni gradino

Possa tu restare per sempre giovane

Per sempre giovane per sempre giovane

Possa tu restare per sempre giovane

Possa tu crescere per essere giusto

Possa tu crescere per essere sincero

Possa tu conoscere sempre la verità

E vedere le luci che ti circondano

Possa tu essere sempre coraggioso

Stare eretto e forte

E possa tu restare per sempre giovane

Per sempre giovane per sempre giovane

Possa tu restare per sempre giovane

Possano le tue mani essere sempre occupate

Possa il tuo piede essere sempre svelto

Possa tu avere delle forti fondamenta

Quando i venti del cambiamento soffiano

Possa il tuo cuore essere sempre gioioso

Possa la tua canzone essere sempre cantata

Possa tu restare per sempre giovane

Per sempre giovane per sempre giovane

Possa tu restare per sempre giovane

Oggi….Sposo!

L’ultima persona che mi sarai aspetta di incrociare tra le pagine di cronaca…quasi rosa è lui…il mio idolo indiscusso, l’inossidabile Francesco Guccini.  Che nutra una predilezione nei suoi confronti si può evincere anche da questo blog,  qua e là ci sono le sue canzoni a fare da commento sonoro ai miei piccoli post. Ebbene il mio “omone tutto d’un pezzo”, il mio poeta anarchico, si era innamorato .. o meglio ascoltando “Vorrei” avevo  capito che  ” qualcosa” dietro ci doveva essere… E dietro c’era proprio lei, Raffaella Zuccari, l’ho scoperto oggi grazie alle pagine di Repubblica.  Sono sempre felice quando vedo che la vita conserva un cuore giovane a chi forse giovanissimo non lo è più…..Che altro aggiungere…? credo che la parola possa passare a Francesco e alla sua voce…

Vorrei

Vorrei conoscer l’ odore del tuo paese,

camminare di casa nel tuo giardino,
respirare nell’ aria sale e maggese,
gli aromi della tua salvia e del rosmarino.
Vorrei che tutti gli anziani mi salutassero
parlando con me del tempo e dei giorni andati,
vorrei che gli amici tuoi tutti mi parlassero,
come se amici fossimo sempre stati.
Vorrei incontrare le pietre, le strade, gli usci
e i ciuffi di parietaria attaccati ai muri,
le strisce delle lumache nei loro gusci,
capire tutti gli sguardi dietro agli scurie lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…Vorrei con te da solo sempre viaggiare,
scoprire quello che intorno c’è da scoprire
per raccontarti e poi farmi raccontare
il senso d’ un rabbuiarsi e del tuo gioire;
vorrei tornare nei posti dove son stato,
spiegarti di quanto tutto sia poi diverso
e per farmi da te spiegare cos’è cambiato
e quale sapore nuovo abbia l’ universo.
Vedere di nuovo Istanbul o Barcellona
o il mare di una remota spiaggia cubana
o un greppe dell’ Appennino dove risuona
fra gli alberi un’ usata e semplice tramontanae lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…Vorrei restare per sempre in un posto solo
per ascoltare il suono del tuo parlare
e guardare stupito il lancio, la grazia, il volo
impliciti dentro al semplice tuo camminare
e restare in silenzio al suono della tua voce
o parlare, parlare, parlare, parlarmi addosso
dimenticando il tempo troppo veloce
o nascondere in due sciocchezze che son commosso.
Vorrei cantare il canto delle tue mani,
giocare con te un eterno gioco proibito
che l’ oggi restasse oggi senza domani
o domani potesse tendere all’ infinitoe lo vorrei
perchè non sono quando non ci sei
e resto solo coi pensieri miei ed io…

I miei auguri speciali…..

emergencyI mei auguri speciali questo Natale vanno  ……

  • Per primo…   a Gino Strada ed a Emergency… perchè nessuno meglio di loro ha saputo rendere proficuo il proprio tempo…
  • ai bambini negli ospedali…. perchè se ci passi non te lo scordi….
  • ai clochard che cercano riparo da questo gelo….
  • ai viados ed ai loro clienti… perchè si sentano liberi di fare l’amore se a loro piace così…
  • a tutti quelli che vivono emarginati…. e soli
  •  alle amanti…. che sono sempre le più tristi durante le feste…
  • a chi non si è sentito dire “Auguri” da nessuno…
  • e al Mio Amore……. perchè ha bisogno di tanti auguri!!!

29 novembre ’93

Era una giornata freddissima…veramente gelida…. lo ricordo benissimo…

Era il giorno che il mio bimbo aveva scelto per affacciarsi alla vita…

Un vortice di emozioni: paura mista a gioia, ansia e dolcezza, inquietudine e gioia…

 e poi ….felicità pura.

 Alle 9 .03 eccolo …. Un esserino meraviglioso, la perfezione fatta persona…. Lo guardavo e  sentivo di

non aver mai visto nulla di più bello, il suo respiro era per me la musica più bella…

La sensazione che da quel momento nulla avrebbe avuto il sopravvento su di lui ed i suoi bisogni….

Se socchiudo gli occhi, ho l’impressione di riaverlo  qui tra le mie braccia… mentre succhia avidamente

al mio seno….  Invece sono passati sedici anni…

Ora mi guarda dall’alto del suo metro e ottantasette… a momenti con una complicità infinita, a volte con

quell’atteggiamento di sfida che è tipico della sua età….

E’ una scoperta continua….. di una persona speciale… che mi sorprende in incessantemente con la sua

Intelligenza acuta, la sua poliedricità,  l’opera perfetta di una madre così ordinaria….

Auguri Matteo!

ti dedico: Mio cucciolo d’uomo E. Finardi