29 novembre ’93

Era una giornata freddissima…veramente gelida…. lo ricordo benissimo…

Era il giorno che il mio bimbo aveva scelto per affacciarsi alla vita…

Un vortice di emozioni: paura mista a gioia, ansia e dolcezza, inquietudine e gioia…

 e poi ….felicità pura.

 Alle 9 .03 eccolo …. Un esserino meraviglioso, la perfezione fatta persona…. Lo guardavo e  sentivo di

non aver mai visto nulla di più bello, il suo respiro era per me la musica più bella…

La sensazione che da quel momento nulla avrebbe avuto il sopravvento su di lui ed i suoi bisogni….

Se socchiudo gli occhi, ho l’impressione di riaverlo  qui tra le mie braccia… mentre succhia avidamente

al mio seno….  Invece sono passati sedici anni…

Ora mi guarda dall’alto del suo metro e ottantasette… a momenti con una complicità infinita, a volte con

quell’atteggiamento di sfida che è tipico della sua età….

E’ una scoperta continua….. di una persona speciale… che mi sorprende in incessantemente con la sua

Intelligenza acuta, la sua poliedricità,  l’opera perfetta di una madre così ordinaria….

Auguri Matteo!

ti dedico: Mio cucciolo d’uomo E. Finardi