Diario di una provinciale….

 

Ricordi…? era un mattino di settembre… io gironzolavo per la cucina  con la solita giacca di quel delizioso pigiama di foggia maschile color panna, parlavamo al cell….. le solite confidenze tra innamorati (o presunti tali):”Mi hai pensata?”, ” Ti penso sempre….”

Poi quel sogno notturno che mi torna alla mente…

“Che strano sogno ho fatto questa notte….. c’era un mostro…. di giorno aveva  sembianze umane…… di notte , questo essere nauseabondo, si collocava proprio sopra il viso delle “fanciulle” innamorate per divorare i loro sogni d’amore…. inquietante sai… mi sono svegliata molto spaventata… Una sensazione spaventosa…. L’impressione di essere stata soggiogata da questa entità che utilizza le donne come incubatrice vivente dei germogli d’amore di cui si ciba!!!