La spada di Damocle

Avendo egli detto che lo desiderava, Dioniso comandò che l’uomo fosse posto su un letto d’oro,

con uno strato bellissimo di una coperta tessuta, ornato di magnifiche ricchezze ,

e ornò le molte tavolette di oro e di argento cesellato.

Quindi comandò che i servi scelti restassero alla mensa

e li servissero diligentemente quando intuivano il cenno del suo capo.

C’erano unguenti, corone; erano bruciati odori,

le mense erano preparati con squisitissime pietanze.

 Damocle si riteneva fortunato.

Dioniso comandò che nel mezzo della tavolata fosse appesa una spada lucente

attaccata con un crine di cavallo al soffitto,

 affichè sovrastasse le cervici di quel beato.

Cicerone

Annunci